Ma dove sto andando?!

Mi accorgo ogni giorno che passa che sto sbagliando con i miei bimbi, che sto diventando la mamma che non avrei mai voluto essere, quel genere di mamma che ho sempre criticato e dalla quale avrei voluto sempre stare alla larga. Le notti insonni, il caldo, le corse tra un ufficio e l’altro, la casa da seguire, un marito che si sente sempre all’ultimo posto, le valanghe di cose che ci sono da fare quotidianamente in casa per mantenere un aspetto “vivibile” si stanno prendendo tutta me stessa. E ai miei figli rimane il lato peggiore di me: quello di mamma ansiosa, sempre di corsa, arrabbiata, indaffarata e impaziente. Non è giusto. Sto sbagliando e devo trovare rimedio. Devo ritrovare un po’ di tranquillità e quella spensieratezza che mi apparteneva fino a poco tempo fa e che non so ora dove si sia andata a nascondere. Devo e voglio ritrovare il sorriso, perché per i miei figli voglio essere il faro che illumina quando si perdono in mezzo ai loro grandi piccoli problemi di bambini, voglio essere il calore di un abbraccio quando si sentono insicuri o trascurati, voglio essere il bacio della buona notte che li accompagna nei loro sogni, voglio essere la certezza, la sicurezza, il ci saro’ per sempre. Quindi, metto qualcosa da parte, mi sorseggio un buon caffè (forse sarebbe meglio una camomilla…) e riparto carica, convinta e sicura di cio’ che voglio essere.

Commenti

Post più popolari