Un quadro "mobile"

L'idea viene da Art Attack, programma che già io seguivo quando ero piccola e che mio figlio, il Capitano, ha scoperto da poco e che adora. Lui che non ama molto colorare, nè pasticciare con le mani...chi l'avrebbe mai detto?! Comunque avevamo da tempo in garage dei cartoni pronti per essere gettati, quando il Capitano mi dice "Mamma questi ci servono per fare quel quadro che si muove....sai, come quello che abbiamo visto su Art Attack...". Ho capito subito a cosa si riferisse e così ci siamo messi subito all'opera. 

L'occorente per questo progetto è:
- un bel rettangolo o quadrato di cartone spesso (la base del nostro quadro)
- ritagli di cartone
- tempere
- ferma campioni
- cutter

Io ho ritagliato dal cartone un bel quadrato e vi ho disegnato a matita le linee del paesaggio che il Capitano voleva fare. Si tratta di un paesaggio di mare, quindi una linea con le onde per il mare e sopra tutto cielo. Ho lasciato completamente a lui il compito di colorarlo con le tempere, così ha dipinto il mare di blu, facendo qualche sfumatura bianca sulle onde e il cielo di azzurro. Su qualche avanzo di cartone ho disegnato gli elementi che volevamo inserire nel nostro quadro e che volevamo si muovessero. Ho disegnato e ritagliato un sole, una barca a vela e un pesce e anche in questo caso il compito della pittura è spettato interamente al Capitano che ha deciso di fare il sole arancione e sorridente, il pesciolino rosso e verde e la barca marrone e arancione. Nel frattempo io con il cutter ho tagliato delle linee sulle quali si sarebbero mossi gli elementi, quindi una linea curva nel cielo per il sole, una linea a serpente sulle onde per la barca e una linea curva nel mare per il pesce. Ho fatto poi un piccolo foro al centro di ogni elemento e vi ho applicato un ferma campione. Abbiamo inserito ogni elemento nella propria linea e chiuso il ferma campione sul retro.
Il quadro è ora pronto per muoversi!





 
 

Commenti

Post più popolari