Un gioco furbo e tranquillo creato dal niente

Quando ho visto questo gioco sul blog di Giada "quandofuoripiove" mi son detta: "oggi lo provo!". E quale occasione migliore se non quando si hanno bimbi malati che devono stare in casa e tra l'altro traquilli, quindi senza correre e sudare (cosa molto difficile in casa nostra...).
E' un gioco semplicissimo, ma d'effetto. Sarà per il sacchetto dentro cui bisogna pescare che provoca "suspence", sarà perchè su un foglio bianco si vedono pian piano comparire colori, sarà per il senso di sfida e voglia di vincere.....beh devo dire che questo gioco in casa nostra è proprio piaciuto.

Cosa serve:
- pezzetti di carta di colori diversi (noi ci siamo divertiti prima a cercare da una rivista fogli del colore preferito di ciascuno e poi vi abbiamo fustellato tanti bimbi. In questo modo il gioco comincia già dalla preparazione...)
- un sacchetto (noi abbiamo usato la calza della befana ma va benissimo anche un sacchetto per il pane)
- oggetti di forma uguale, uno per ogni colore dei pezzetti di carta (all'inizio avevo messo nel sacchetto oggetti di forma diversa, ma il Capitano si è dimostrato scaltro e già dopo il primo giro aveva capito che quella determinata forma apparteneva a quel determinato colore, per cui diventava semplice trovare il proprio colore anche senza guardare). Al posto degli oggetti si possono usare anche, coem suggerisce Giada, dei pennarelli.
- un foglio bianco
- colla stick


 

 Ogni giocatore sceglie il proprio colore. Si distribuisce a ciascuno un bel mazzetto di foglietti (nel nostro caso bimbi) del colore scelto. Si riempie il sacchettino con gli oggetti e si comincia a giocare. A turno si pesca dal sacchetto. Il giocatore in possesso del colore estratto ha il diritto di incollare sul foglio un pezzetto di carta. Si procede così per ogni giocatore e finchè non ci si stanca. Il vincitore sarà colui che avrà incollato piu' pezzetti. Un gioco moooolto semplice, ma si sa che il piu' delle volte la semplicità paga e così è stato. In piu' ci è servito per insegnare al Koala i colori.

Quando poi ci siamo stancati di giocare, visto che ci erano avanzati tanti bimbi, il Capitano e la Principessa si sono inventati un quadro con fatto un arcobaleno di bimbi che fanno il girotondo, mentre il Koala ha pensato bene di utilizzare quei bimbi di carta come coriandoli lanciandoli e distribuendoli un po' ovunque. Ma il bello è anche questo, basta un poi una passata di aspirapolvere e tutto torna come prima!




Commenti

Post più popolari