Venerdi del libro con "La principessa piccolina"

Lo ammetto, questo libro l'ho scelto per mia figlia, adoratrice di tutto cio' che riguarda principesse, castelli, abiti scintillanti (non per niente la chiamiamo Principessa). 
Un libro che, pur raccontando di una persona affascinante e fiabesca come una principessa, tratta tuttavia il tema della diversità. L'autore svedese Ulf Stark ha tratto questa storia da una leggenda relativa alla bellissima principessa Jana che viveva in un palazzo del '700 situato sulle colline vicentine. Si parla appunto di un re e di una regina che da tanto attendevano l'arrivo di un figlio. Dietro l'incantesimo di una maga arriva questa figlia tanto attesa, che oltre ad avere un dono meraviglioso, quello di una voce da usignolo, putroppo si scopre avere anche il problema della statura. La Principessa infatti, nonostante l'avanzare dell'età, non cresce. I suoi genitori la vedono diversa e per evitare che venga presa in giro decidono di rinchiuderla nel castello. Arriverà pero' poi un principe che sentendo la soave voce della principessa, si innamorerà di lei, senza nemmeno averla vista. Si innamorerà, nonostante il suo difetto.



Commenti

ha detto…
Conosco e apprezzo questo autore da un po'. Questo libro invece lo vedo per la prima volta, forse mia figlia ha superato la fase principesse, ora siamo in quella "magia" ;)
Ciao
Stefania ha detto…
...parlare di diversità ai più piccoli, aiutati da strumenti "giusti", non può che essere buona cosa!

Post più popolari