Confettura di fragole

Il nonno ieri ci ha portato due mega insalatiere piene di fragole del suo orto.
Una buona parte se n'è andata via così, immediatamente; qualcuna l'abbiamo tagliata e usata per una buona macedonia; con quel restante chilo che è avanzato ci abbiamo fatto una confettura lampo.


Ingredienti:
- 1 kg di fragole (possibilmente quelle spontanee del proprio orto....è inutile dirlo hanno un gusto e un profumo che è eccezionale)
- 500 gr di zucchero
- 1 busta di Fruttapec 2:1 (non son mica matta come mia mamma che sta un intero pomeriggio a girare e rigirare delle marmellate...)

Si preparano dei vasetti (quelli con la chiusura ermetica). Io li sterilizzo passandoli con l'alcool puro a 90° gradi. Li lavo con l'alcool, ma questo poi va buttato eh, non è che voglio far ubricare nessuno...

Si lavano le fragole e le si tagliano a pezzetti.
Si mettono in pentola insieme allo zucchero e al Fruttapec (grande invenzione!) e si porta a bollore. 
Si lascia bollire per un tempo variabile (dai cinque minuti a un quarto d'ora) in base a quanto vogliamo soda la nostra marmellata. Per questo mi aiuto facendo la "prova del piattino". Metto un cucchiaio di marmellata su un piattino, lo inclino e se la marmellata scende lentamente, senza schizzare via come fosse liquida, è pronta.
Difficile spiegarvi questa tecnica che si basa sull'occhio e sull'osservazione di anni e anni di nonna e mamma a far marmellate.

Una volta che la marmellata è pronta sistemo i vasetti sopra a un canovaccio bagnato (per evitare che crepino), verso la marmellata ancora bollente e chiudo subito.
Dopo un tempo variabile si sentirà un CLACK che sta a significare che il vasetto a fatto il vuoto e sarà quindi ermetico.

Una volta raffreddata la marmellata è pronta per essere gustata!




Commenti

Post più popolari