Borsine paurose per Halloween

Lo so che manca ancora tempo, ma io sono abituata a pensare avanti. E' un mio difetto, perchè purtroppo a volte in questo modo mi perdo il presente, concentrandomi troppo sul futuro. Diciamo che ci sto lavorando, ma non è facile per una che odia arrivare in ritardo. 
Siccome ieri  siamo andati a visitare la casa dei nonni in montagna e nel garage abbiamo scovato dei pipestrilli a penzoloni sulle travi, mi si è accesa la lampadina: tra un mese è Halloween. 
Solo da un paio di anni festeggiamo questa ricorrenza. A scuola non se ne parla di questa ricorrenza per lo piu' americana, ma nel nostro paese ogni sera del 30 ottobre viene organizzata una piccola festicciola per bambini con film mostruoso, decorazioni mostruose, buffet mostruoso e pignatta mostruosa. Ovviamente con i bimbi e possibilimente anche i genitori mascherati. 
Così, mentre chiedevo ai bambini da cosa si sarebbero voluti vestire, con qualche avanzo di stoffa, ho preparato tre piccole borsine mostruose che potessero contenere i dolciumi recuperati dalla pignatta. 
Un pipistrello e due fantasmini:

Intanto cerco di reperire idee e materiali (di riciclo magari) per creare il SuperMario fantasma (per il Capitano che dice di averlo visto in un video gioco), una streghetta diversa da quella dell'anno scorso e magari un po' piu' elaborata (per la Principessa) e un pipistrello (per il Koala). E per la mamma? Boh...

Commenti

Post più popolari