Tempo di scuola. Tempo di bilanci. Alla Principessa...

E' il tuo ultimo anno questo. Ultimo anno di giochi, di spensieratezza, di mamma che ti accompagna dentro l'asilo, ti prende in braccio e ti coccola, nella speranza di non vedere quelle due solite lacrimucce scendere. Quest'anno sei una "grande", quest'anno farai "i compiti", quest'anno distribuirai la merenda e il succo di frutta, starai vicina ai piccolini e aiuterà la maestra (cose che facevi anche l'anno scorso perchè anche le maestre hanno visto in te una bambina piu' grande rispetto alla sua età). Io ti vedo grande già da tanto tempo. Tu, che sei così indipendente, diplomatica, responsabile. Tu che insegni ai tuoi fratelli come ci si comporta, come si collabora in casa, come ci si veste, come si mangia. Tu, così perfettina e schematica, così tranquilla, cedevole, sempre pronta ad aiutare. Per la pazienza e le responsabilità che ti prendi sembri molto piu' grande dei cinque anni che hai. Nonostante tutto questo pero' ogni tanto ti lasci andare, torni bambina, mi vieni a cercare e mi dici "mamma, mi fai le coccole?". Per quanto tempo ancora avro' la possibilità, il piacere di sentire queste parole uscire dalla tua bocca? Tu che ti perdi per ore e ore con un foglio e due pennarelli in mano, tu, che da sola, sei così silenziosa e appartata da sembrare trasparente. Sei così di facile gestione....che la cosa quasi mi spaventa. Mi fa comodo adesso la tua cedevolezza nei confronti dei fratelli, il tuo tirarti indietro e lasciarli fare; ma mi spaventa pensarti così anche un domani, anche in altre situazioni, anche in altri ambienti. Dovrei cercare di insegnarti ad essere un po' piu' sicura di te stessa, un po' piu' determinata; dovrei spiegarti che bisogna essere anche un po' egoisti a volte e non farsi sopraffare dagli altri. Non è facile. Non so se e quanto sia giusto indirizzare i figli verso un cambiamento nel loro carattere.
Forse cambierai da sola, con la scuola, con l'età, con le prime scottature.
Ti auguro di mantenere sempre il tuo animo buono, ma di imparare anche a tirare fuori un po' di grinta quando serve; ti auguro di iniziare questo ultimo anno di asilo felice, senza lacrime, senza sentire quel senso di abbandono che ti sei portata dietro fino ad ora; quel senso di abbandono che forse io ti ho insegnato ad avere perchè tu, bimba di mezzo e bimba trasparente, sei così docile e tranquilla che ammetto, alle volte mi dimentico di te. Mi dimentico che pur sapendoti arrangiare da sola in tutto e per tutto sei ancora una bambina e come tale hai bisogno della tua mamma.

Buon inizio mia adorata Principessa!


Commenti

Post più popolari