Burattini con i cucchiai di legno

I nostri primi compiti a casa. Il Capitano e la Principessa oggi sono tornati a casa dall'asilo con un avviso in cui si spiegava ai genitori che a scuola i bimbi avevano fatto amicizia con un burattino ricavato da un cucchiaio di legno e si chiedeva quindi di rifarlo a casa con i bambini, seguendo il loro istinto e le loro preferenze. Immagino che tanti genitori avranno odiato questo avviso (quei genitori, e ce ne sono purtroppo...) che non trovano due minuti per i loro figli, che detestano "sporcarsi le mani" e che pensano che la scuola debba rimanere a scuola. Io invece non vedevo l'ora accadesse una cosa simile, speravo che finalmente le maestre volessero aprire un dialogo con i genitori e farli partecipare attivamente alla vita scolastica. Fatta questa premessa ci siamo messi subito all'opera. Ho messo ha disposizione dei bimbi:

- 2 cucchiaioni di legno
- 2 matasse di lana di colore diverso
- 3 o 4 tipi di ritagli di stoffa di colore diverso
- bottoni
- elastici per capelli
- indelebile nero
- colla caldo (usata solo dalla mamma)

La Principessa, come era immaginabile, voleva creare una bimba con i capelli lunghi fucsia, il vestito rosa, una collana. Simone voleva fare un maschio con i capelli neri, vestito scuro e tanti bottoni. Gli ho proposto di aggiungere anche una barba, ma non ha accettato.

Questo è il risultato.

I vari pezzi li ho assemblati io con la colla caldo, ma loro hanno deciso come fare il tutto (compresa bocca sorridente). Questi burattini che i bimbi hanno deciso di chiamare Eleonora e Alberto lunedi visiteranno la scuola dell'infanzia insieme ai burattini fatti dagli altri compagni di classe del Capitano e della Principessa e chissà che storia si inventeranno....

Commenti

Post più popolari