L'aria è ancora freschina, ma il sole che filtra tra qualche nuvola bianca, le giornate piu' lunghe, il cinguettio degli uccellini, ci portano fuori. Trascorriamo questi pochi giorni di vacanza all'aperto, approfittiamo di questi momenti per stare insieme ai nostri figli, per riscoprirci e rigenarci. La natura ci aiuta in questo: ravviva lo spirito e la mente. Torniamo bambini insieme ai nostri bambini!

 Ascoltiamo il rumore di un sasso lanciato nell'acqua. 

 Tastiamo la differenza tra un sasso ruvido e uno liscio, cerchiamo forme e dimensioni diverse, riempiamoci le tasche di piccoli oggetti naturali da collezionare.

Restiamo a guardare gli schizzi provocati da un sasso piu' o meno grande lanciato in acqua

 Quando passeggiamo non dobbiamo avere fretta di arrivare. 
Non c'è una meta ma solo il piacere di riscoprire la natura e guardarsi intorno.
I fiori poi sono una grande attrattiva per i bambini.
 
Quando non si ha fretta ma si cammina solo per il piacere di farlo e si osserva cio' che ci sta intorno si possono fare anche piacevoli incontri e amicizie....
 
 ...si possono trovare rametti dalla forma particolare, per cui, lasciando un po' andare la fantasia si possono costruire giochi nuovi.

 Facciamo merenda all'aperto, improvvisando un pic-nic.

E poi certo, anche in vacanza non bisogna dimenticare i compiti, ma questi possono essere piu' stimolanti e leggeri se fatti all'aperto.

Per cui: bambini e genitori in vacanza, insieme, in primavera, non lasciatevi sfuggire l'occasione, l'ooportunità di stare all'aperto. I bambini non hanno bisogno di essere incentivati a stare all'aperto, loro ce l'hanno dentro, insito in sè stessi il desiderio di stare in mezzo alla natura; siamo noi piuttosto ad essere restii, pensando (sbagliando) di trovare piu' tranquillità e meno pericoli tra le quattro mura domestiche. 
Che sia in montagna, in campagna, in pianura, al mare....la natura ci offre sempre stimoli, orizzonti suggestivi per rilassarsi e ritrovare le forze!



Commenti

Post più popolari