Tempo di scuola: tempo di bilanci. Al Capitano....

Sta per cominciare il tuo secondo anno di scuola. Gli amici saranno gli stessi, la maestra nuova, gli impegni sicuramente maggiori. Abbiamo fatto un lungo cammino durante questa estate, fin troppo lunga per me (per tenreti, per gestirti, per organizzarci con i compiti...) e fin troppo corta per te (che ancora giocheresti e ti divertiresti senza pensieri alcuni).
Sei stato estroverso, socievole e sfrontato, poi timido, diffindente e impaurito. Poi di nuovo estroverso.
Difficile classificarti, incasellarti. Perchè sai essere di tutto un po'. Secondo le maestre sei un bambino molto sensibile; per come ti vedo io, per come mi dai da fare e fai imbestialire, sei piu' che altro testardo e scontroso. Alle volte mi irriti proprio.
E' una lotta continua tra noi. E' una lotta con me stessa perchè non so come comportarmi con te, come prenderti, come farmi ascoltare e ubbidire. Forse è difficile il nostro rapporto perchè sei piu' simile a me di quanto immagini. Testardo, con il desiderio di arrivare primo, di essere il migliore e il timore sempre costante di non farcela, di essere ultimo, di restare solo. Non sei un tipo che getta le braccia al collo, che estrania i propri sentimenti, non sembri per niente affettuoso, sei sfuggente, ma allo stesso tempo ci resti male se non ti vengono dedicate le stesse attenzioni dei tuoi fratelli.  Non mi abbracci, ma se sono io ad abbracciarti resti e ti scappa quel mezzo sorriso di soddisfazione. Sei probabilmente la versione mignon e rompipalle di me stessa e la cosa mi destabilizza non poco. 
Sei cambiato tanto in questi anni, e chissà quante volte ancora cambierai. Chissà se mai troveremo un equilibrio noi due, un approcio, un modo di fare corretto, che piaccia ad entrambi...
Ti auguro di iniziare un nuovo anno scolastico in tutta serenità, sperando che la paura di non farcela e di non essere all'altezza non ti allontani dai tuoi compagni classe; sperando che la tua timidezza non ti impedisca di creare un buon e sincero rapporto con la nuova maestra che avrai; sperando che la tua testardaggine se ne stia un pochino buona e nascosta in un angolino per lasciarti vivere serenamente e d'istinto, col cuore.

Buon secondo inizio amore mio!




Commenti

Post più popolari