Campeggio in casa...

...della serie, come sopravvivere quando i bambini sono malati. Si sa che quando i bimbi sono malati sono noiosi. Se ad essere malati poi sono in due, i capricci aumentano. E se ci si ammala in estate, quando fuori splende il sole, allora sono proprio guai seri.
Per distrarli un po' e per allontanarli un po' dalla televisione oggi ci siamo inventati un bel campeggio...in casa ovviamente!
Ho riesumato dalla cantina una tenda giocattolo che aveva portato Babbo Natale ma che i bambini hanno utilizzato davvero poco. Nemmeno se la ricordavano e già questo ha destato curiosità. (Un segreto che uso con i bambini è nascondergli sistematicamente qualche gioco...tanto ne hanno talmente tanti....e così dopo mesi che quel gioco non è alla loro portata e alla loro vista, glielo ripropongo e per loro è come se fosse un gioco nuovo!).

Abbiamo fatto spazio in salotto in salotto. Abbiamo montato la tenda. Abbiamo preso un piumino, dei panni, dei cuscini e abbiamo creato uno spazio pic nic fuori dalla tenda.
Abbiamo riesumato anche le luci dell'albero di natale e le abbiamo posizionate sulla tende per dare l'idea delle stelle. Abbiamo acceso qualche candela. Abbiamo creato un finto fuoco con della carta da pacco e un pezzo di stella filante rossa e vi abbiamo "arrostito" i marshmallows.
Abbiamo chiaramente chiuso tutte le imposte e fatto buio.
Abbiamo letto una storia con l'aiuto delle torce.
E così abbiamo trascorso un paio d'ore diverse...magari nell'attesa di provare un vero campeggio all'aria aperta quando saranno guariti!


 
 

Commenti

Post più popolari