"Allora non scrivo piu'"

Questo, il titolo dell'ultimo libro portato a casa dalla biblioteca, scritto da Annalisa Strada e edito dal Battello Vapore (serie azzurra).
Il libro parla di una bambina dai tanti capelli rossi e dalle lentiggini sulle guance, che viene presa in giro continuamente dai compagni di classe perché ha qualche problema con la scrittura.
Anche la maestra non la capisce e si arrabbia bruscamente per gli errori che fa. 
Anche la mamma, seppur paziente e seppur cerchi di nascondere la sua rabbia e frustrazione per il problema della figlia, fa sentire la bambina a disagio.
Margherita ama leggere ed è anche molto brava. I problemi cominciano pero' quando deve copiare parole dalla lavagna o scrivere sotto dettatura; perché in quei momenti le lettere girano nella sua testa, le fanno i dispetti e si confondono una con l'altra, per cui anziché scrivere "cane" scrive "anec" e poi "acne".
Così, in quei momenti, la tristorabbiezza (come la chiama lei) prende il soppravvento e Margherita fa molta fatica a trattenere le lacrime di tristezza per le prese in giro da parte dei compagni e di rabbia per non riuscire in un compito tanto semplice come la scrittura.
Per fortuna Margherita pero' puo' contare sull'aiuto del suo amico Paolo che per tirale su il morale le nasconde caramelle nell'astuccio e la porta fuori in bicicletta. E sarà proprio grazie all'aiuto di Paolo che Margherita capirà come affrontare le sue difficoltà.
Un libro scritto in prima persona, con parole semplice, che riesce a trasmettere bene il senso di inadeguatezza provato da Margherita. Un libro dai temi piu' che mai attuali ai giorni d'oggi, dove sempre piu' spesso nelle scuole emergono alunni con difficoltà di lettura e scrittura.
 

Commenti

Post più popolari